Come è nata l'idea di H.e.l.f.a.
    Summery

    In molte legislazioni, costituzioni e convenzioni, vengono date un significato ed un'importanza speciale,tra le altre cose, alla dignità umana e all'autodeterminazione . In realtà, però, vediamo come questi ed altri valori umani siano sempre più subordinati agli interessi economici, tecnologici e materialistici.

    Il credo dell'economia: più veloce, più alto, migliore, più lontano (e più bello) ha da tempo modellato anche le interazioni sociali. Le lotte competitive, la divisione e l'egocentrismo ne sono il risultato. Siamo costantemente portati a confrontarci con le vite, le carriere e le conquiste spesso irrealistiche degli altri (la mia casa, la mia macchina, il mio cavallo...). Il confronto permanente che ne risulta porta all'insoddisfazione, all'invidia e al risentimento fra di noi. Di conseguenza, cerchiamo di perfezionare costantemente noi stessi, il nostro ambiente e anche gli altri per "funzionare" meglio e/o essere migliori degli altri - ma perché o per cosa lo facciamo veramente?

    Inoltre, la competizione globale e l'attuale capitalismo, creano ingiustizia verso una parte della popolazione della terra che non ha abbastanza da mangiare e da bere, mentre nel cosiddetto mondo occidentale si vive nell'abbondanza.

    Quello che passa in secondo piano è ciò che invece conta veramente:la nostra comune umanità , le nostre famiglie e le nostre relazioni, le amicizie e la nostra salute.
    Questo è un circolo vizioso dal quale molti escono solo quando il corpo e la psiche segnalano con sintomi più gravi che qualcosa nella nostra vita sta andando male.

     

    Questo ci porta a chiederci: cosa, nella nostra vita, è veramente reale e ha sostanza?

    Attraverso questa conoscenza, che entra sempre maggiormente nella coscienza delle persone, si è innescato un movimento mondiale in cui si cercano attivamente modelli di vita alternativi - a beneficio delle persone, degli animali e della natura.
    Perché l'aiuto collettivo ed il sostegno reciproco abbiano successo, abbiamo bisogno di un nuovo modo di rendere la società più umana.

    Fondamentalmente, non si tratta di rifiutare  il vecchio. Piuttosto, significa esaminare l'esistente per vedere se serve alle persone, agli animali e alla natura nel senso migliore del termine. Nel fare ciò, non solo siamo chiamati a mettere in discussione le strutture esistenti, ma anche ciò che abbiamo imparato e sperimentato, comprese le nostre abitudini e credenze.

    È un inventario di ciò che è vero e reale, di ciò che è importante per tutto il nostro benessere e di ciò che ha davvero sostanza. E questa sostanza è destinata ad essere continua e duratura. Questo può non essere facile all'inizio, ma siamo fermamente convinti che ogni sforzo valga la pena.

    In questo processo di cambiamento, è necessario pensare in modo nuovo, trovare nuove soluzioni, e / o utilizzare i vecchi meccanismi in modo diverso. Nel mentre, è anche possibile che le strutture esistenti che funzionano bene siano implementate e usate proprio come prima.

    Dobbiamo essere tutti consapevoli che non esiste una soluzione preconfezionata per il cambiamento. Dopo tutto, non vogliamo che tutte le persone siano livellate. Ogni persona ha i suoi personali bisogni e desideri. È necessario che anche le caratteristiche e le differenze regionali e culturali siano prese in considerazione.

    Proveremo molte cose e scarteremo ciò che non funziona, in modo da verificare di volta in volta ciò che è utile per la convivenza.

    Noi di H.e.l.fa. , con questo manuale, vogliamo presentare un approccio orientato alle soluzioni, volto a mostrare che una nuova convivenza sociale è possibile, guidata da valori come compassione, rispetto, volontarietà, umanità, coesione, empatia, comprensione, supporto, tolleranza, amore vissuto e responsabilità personale.

    Godetevi la lettura.